Buche in agenda: Come evitare al tuo centro estetico di perdere 7800 euro anche in questo 2022.

234 visite

Tutto quello che devi sapere per evitare le buche in agenda nel tuo centro estetico.

Se sei la titolare di un centro estetico, o comunque lavori all’ interno di un centro, sai bene che gli appuntamenti mancati, le classiche buche in agenda, sono tra i problemi con i quali ogni giorno ti trovi a fare i conti. Sai come vitare e buche in agenda nel tuo centro estetico?

Fai di tutto per avere un’agenda e le cabine organizzate minuto per minuto e poi all’ ultimo arriva il “bidone” della cliente che non si presenta, e magari nemmeno ti avvisa e tu sei li con una cabina vuota, un’operatrice a mani conserte e … un guadagno mancato.

Buche in agenda: facciamo una prima stima dei danni!

Una buca in agenda non è solo una seccatura da gestire, non è solo un guadagno mancato ma è la prima fonte di perdita economica di un centro estetico. Eh si … il danno è molto più serio cara mia!

Abbiamo fatto un sondaggio tra 1300 titolari di centri estetici, ed è emerso che mediamente ogni settimana un centro ha minimo 3 buche in agenda. In un anno sono 156 appuntamenti mancati, e facendo una media dei prezzi dei vari listini dei centri intervistati, abbiamo stimato una perdita economica, derivante dai soli appuntamenti annullati, pari a 7.800 euro.

Quelle clienti che dimenticano l’appuntamento, o che non si curano di avvisarti quando non possono venire, ti rubano dalla cassa 7800 euro dei tuoi guadagni!

Buche in Agenda: La stima definitiva

La nostra prima stima dei danni relativa alle 3 buche in agenda che ogni settimana mediamente registra un centro estetico ci ha portato a definire il danno attraverso una cifra di 7.800 euro. Sto per darti una brutta notizia cara Beauty Manager, i conti non finiscono qui …. continuiamo a contare!

A questa cifra, già bella grande di suo, devi aggiungere la perdita di soldi causata dal fatto che hai pagato la tua operatrice per quelle ore di lavoro e lei, per forza di cose, è a braccia conserte, e ancora devi aggiungere anche la perdita economica del famoso costo opportunità. Il costo opportunità è quel costo che hai sostenuto per un’opportunità mancata, e nel tuo caso è una perdita di altri soldini derivate da un appuntamento che avresti potuto prendere per “riempire la buca” se solo la cliente ti avesse avvisato per tempo.

Inoltre, sempre parlando di costo opportunità, l’appuntamento salato non ti fa perdere solo i soldi legati al trattamento o ai trattamenti che il cliente avrebbe dovuto eseguire, ma devi anche aggiungere quell’ introito mancante generato dall’ attività di up selling e cross selling che avresti potuto attuare con quel cliente. Infatti, se la tua strategia di up selling o cross selling fosse risultata vincente, quell’ appuntamento, purtroppo saltato, ti avrebbe generato dei guadagni non solo nell’immediato ma a lungo termine, quindi capisci che la perdita economica derivante da una singola buca in agenda sta diventando sempre più voluminosa in termini di zeri!!!

Per convenzione, ho fatto un’approssimazione per difetto e ho individuato una cifra che può aiutarti a farti un idea abbastanza reale delle dimensioni catastrofiche che le buche in agenda hanno su i tuoi guadagni.

Ogni anno il tuo centro estetico perde 10 mila euro a causa degli appuntamenti saltati!

Buche in agenda: c’è solo una cosa da fare.

Cara Beauty Manager, dopo aver fatto insieme questa “terrificante” stima dei danni, comprendi bene quanto il fenomeno non possa essere assolutamente sottovalutato, ma anzi va gestito e contenuto.

Tu che cosa fai per evitare questo disastro imprenditoriale? Perché mi auguro che, anche se fino ad oggi ignoravi le conseguenze catastrofiche delle buche in agenda, comunque nel tuo piccolo cerchi di controllare quest’imprevisto davvero troppo caro per le tasche di voi beauty manager

Il Reminder appuntamento, tu come lo invii?

Per contenere questo fenomeno abbiamo una solo arma, quella che forse userai anche tu … il reminder appuntamento. Anche i centri che ogni anno perdono 10 mila euro a causa di questo fenomeno hanno un servizio di reminder appuntamento. Sai qual è la differenza tra questi centri e quelli che invece perdono al massimo meno della la metà ogni anno?  E’ lo strumento con il quale ricordano ai loro clienti l’appuntamento, stimolandole anche ad avvisarti in caso di impedimenti.

Tu come ricordi ai tuoi clienti l’appuntamento?

Dal nostro sondaggio è emerso che la scusa più frequente che i clienti utilizzano per giustificarsi dopo averti “tirato una sola” è : << non ho ricevuto l’sms e mi sono dimenticato>>, << sai io non controllo gli sms chi li usa più!>>.  Scommetto che capita anche a te! Certi clienti sono davvero ingestibili, ma detto tra noi, e a voce bassa, un po’ hanno ragione. L’sms è ormai uno strumento troppo obsoleto e inaffidabile per tutelarti dalle buche in agenda e per evitare di perdere circa 10 mila euro ogni anno. Gestendo i reminder appuntamento con gli sms non saprai mai se è stato realmente ricevuto, visto e letto.

Sai che cosa fa la differenza in tutta questa situazione? Il “mezzo” che utilizzi per inviare il reminder!

Conosci Marshall McLuhan? E’ un famoso filosofo e teorico della comunicazione degli anni 60, tutto il suo pensiero si riassume in una sua frase:

The Medium is the message – Il Mezzo è il Messaggio

M. McLuhan

McLuhan sostiene che il mezzo stesso di comunicazione è in sé la comunicazione assumendo maggiore importanza del messaggio che si vuole trasmettere. Questo pensiero da sempre orienta chi fa comunicazione nella scelta del messaggio e del mezzo più adatto da usare per “ divulgarlo” con efficienza. Rapportando tutta questa teoria al nostro problema di inviare un reminder appuntamento che funzioni come tale, si è visto che l’intera procedura, prende una piega completamente differente se la si gestisce con WhatasApp. Sempre dallo studio da noi condotto, è emerso che

WhatsApp riduce di circa l’85% il fenomeno della buca in agenda

L' App My Venere è integrata con WhatsApp e ti consente di inviare messaggi già compilati e personalizzati con i dati del cliente.

Infatti, WhatsApp essendo un sistema di messaggistica istantanea ti consente di sapere subito se il messaggio è stato ricevuto e letto, in questo modo i tuoi clienti non avranno scuse e saranno più incentivati ad avvisarti in caso di imprevisti.

Altro dato emerso dal nostro studio e che vogliamo condividere con te è che i messaggi di WhatsApp hanno un tasso di apertura di 5 volte superiore a quello del vecchio sms, ormai sul viale del tramonto.

Tutte queste considerazioni ci hanno spinto ad integrare l’ App My Venere ( scaricabile gratuitamente per tutte le titolari dei centri estetici) con WhatsApp, in questo modo puoi gestire i tuoi reminder in modo veloce, inviandoli direttamente dal tuo planning e hai a tua disposizione messaggi già scritti per te, personalizzati con nome cliente e dettaglio appuntamenti: trattamenti, data e ora.

Solo gestendo in questo modo i tuoi appuntamenti, metti in sicurezza il tuo planning evitando di trovarti con cabine vuote e operatrici libere.

L’ App My Venere è uno strumento gratuito che puoi scaricare già adesso per iniziare concretamente a fermare lo tzunami delle buche in agenda che anche per questo 2022 si prepara all’orizzonte e sta puntando proprio il tuo centro estetico.