Attenzione il tuo account WhatsApp potrebbe essere bloccato!

1.382 visite

Nell’arco di questo primo mese del 2020, ci è capitato di ricevere in assistenza telefonate di clienti che si sono ritrovate improvvisamente l’ Account WhatsApp Bloccato e ci richiedevano di aumentare la ricarica sms per non perdere le loro attività comunicative. E’ capitato anche a te o a qualcuno che conosci? Ovviamente più di ripristinare gli sms, e farci una chiacchierata per approfondire la situazione e capirne la cause insieme, non abbiamo potuto fare. Abbiamo notato che tutte le clienti coinvolte avevano in comune l’uso commerciale di Whatsapp e quindi un abuso di alcune funzioni, tra le tante l’invio dello stesso messaggio a più utenti e scrivere a clienti che non avevano il loro numero in rubrica. Lo fai anche tu? Attenzione!

Per evitare di ritrovarti in questa spiacevole circostanza anche tu, e di non poter più utilizzare WhatsApp per parlare con le tue amiche e familiari, sappi che Venere mette a tua disposizioni funzioni nate in modo specifico per inviare comunicazioni AUTOMATICHE e lecite alla tua lista clienti.

Se vuoi continuare ad inviare comunicazioni ai tuo clienti ma vuoi evitare di ritrovarti con l’account bloccato di WhatsApp, fissa la tua consulenza.



Da pochi giorni è nota la notizia che l’ App di messaggistica più utilizzata al mondo sta procedendo al blocco di account sospetti e quindi abbiamo unito tutti i punti.

Affinché anche tu che ci leggi non ti trovi in questa spiacevole situazione abbiamo deciso di raccogliere da fonti affidabili utili informazioni da fornirti per farti capire che cosa sta succedendo!

WhatsaApp, sta rafforzando la sua politica di zero tolleranza nei confronti di tutti gli usi scorretti della propri App, come i troppi messaggi inviati a utenti sconosciuti, l’eccessivo invio di uno stesso testo, fino al semplice sospetto che l’utente abbia violato i termini di servizio.

“Alla base di ogni nostra decisione c’è il desiderio di permettere alle persone di comunicare senza barriere in tutto il mondo.”

https://www.whatsapp.com/about/

Come si intuisce facilmente dalla loro Mission, riportata sopra e scritta in chiaro sul sito web, l’ App nasce con l’unico obiettivo di aiutare le persone a mantenere i rapporti con i cari sparsi nel mondo, agevolandone la comunicazione e non per offrire alle aziende un ulteriore canale per veicolare in modo aggressivo comunicazioni pubblicitarie.  Al fine di far rispettare l’uso originario della sua App, il gruppo WhatsApp sta procedendo in questi primi mesi del 2020 ad intensificare le attività di blocco degli account scorretti.

Infatti WhatsApp, da sempre si riserva di bloccare senza alcun preavviso gli account che violano le sue regole.

Il quotidiano spagnolo El Pais ha stilato una lista di almeno cinque motivi per cui si può rischiare di essere bloccati dall’App di messaggistica. Non esistono dati precisi su quante persone siano state bloccate – definitivamente o per un periodo limitato di tempo – né sulla quantità di reclami, ma quel che è certo sono alcune delle azioni che possono portare a una sospensione temporanea.

1. Troppi messaggi a utenti che non si conoscono

La sospensione può arrivare nel caso in cui un utente invii troppi messaggi a persone che non abbiano il suo numero in rubrica. Whatsapp non precisa quanti, ma suggerisce di mandarli solo a chi si sia sicuri abbia il nostro numero.

2. Contatto bloccato da più utenti

Un secondo caso è invece quello che si verifica nel momento in cui diversi utenti bloccano un contatto per un breve periodo; questo, a sua volta, potrà essere sospeso dal servizio di messaggistica istantanea.

3. Troppi gruppi con numero non in rubrica

Terzo motivo per cui si rischia la sospensione: la creazione di gruppi che includano utenze che non hanno registrato il numero del mittente. Whatsapp suggerisce anche in questo caso di verificare che i destinatari abbiano il nostro contatto in rubrica.

4. Stesso messaggio inviato a più persone

Quarto: l’invio di uno stesso messaggio a più persone senza l’utilizzo dei gruppi. L’alternativa per non incappare nel blocco è proprio quella di creare un gruppo per inviare il proprio messaggio.

5. Violazione dei termini di servizio

Infine, c’è un motivo più generico: se la compagnia ha il sospetto che l’utente abbia violato i famosi termini di servizio (vedi sopra), anche in questo caso può intervenire bloccandolo. 

Come si può intuire l’argomento integrazione WhatsApp è molto delicato, e per chi come noi programma software e lavora ogni giorno per offrire un servizio che dia un reale contributo alle quotidiane attività lavorative delle Titolari di Istituì di bellezza, non può permettersi di prendere la questione alla leggera. Raggirando il sistema e le regole di WhatsApp c’è chi riesce ad integrare software con l’app di messaggistica, ma se questo alla lunga poi rischia di creare un disservizio agli utenti che utilizzano quel software e non un servizio, allora tutto ciò che senso ha?

Abbiamo voluto fornirti queste informazioni utili per evitare che possa succedere anche a te. Ti piacerebbe che il tuo software gestionale avesse a suo interno un sistema automatico per comunicare con i tuoi clienti in modo veloce e sicuro senza rischiare blocchi di account?

Chiedici una consulenza gratuita, saremo lieti di spiegarti come ottimizzare le comunicazioni con i tuoi clienti in modo sicuro e regalarti una prova gratuita del nostro software.

Fonti:

SKY TG 24

TECNOANDROID.IT